*03/01/2020: installato un nuovo sensore pluviometrico presso l’Osservatorio di Montevergine!*

Grazie per aver visitato il sito ufficiale dello storico osservatorio di Montevergine. Devi sapere che questo osservatorio viene salvaguardato dall'abbandono e dal degrado grazie all'azione e all'opera di un gruppo di giovani appassionati della meteorologia e del territorio del comprensorio del monte Partenio. L'osservatorio ha una lunga serie storica risalente al lontano 1884. Grazie alla tua eventuale donazione potrai contribuire concretamente al mantenimento e al miglioramento dell'osservatorio stesso. Senza il vostro aiuto questo importante pezzo di storia scientifica italiana verrebbe inesorabilmente perduto. Grazie per il tuo contributo e torna a visitare il sito ufficiale www.mvobsv.org .

Ve ne avevamo parlato nei giorni scorsi, dandovi qualche anticipazione. Ed ora eccolo sulla terrazza dell’Osservatorio, pienamente operativo.

Nella mattinata odierna, abbiamo perfezionato l’installazione di un nuovo pluviometrico a bascula. Si tratta di un sensore prodotto dalla ditta MTX, in alluminio anodizzato, dotato di una bocca tarata da 1000 cm². Il corpo dello strumento è costituito da un cilindro alto circa 70 cm, verniciato di bianco per rendere massima la riflessione della radiazione solare incidente: tale soluzione riduce l’evaporazione del residuo di acqua presente nella bascula. All’interno del cilindro, come si evince dalla seconda foto, risiede il sistema elettromeccanico di misura della precipitazione.
Tra le caratteristiche tecniche di questo sensore, spiccano anche la risoluzione (0.2 mm) e l’accuratezza (2%), costante su tutto il campo operativo (0-300 mm/h).

Il sensore installato stamane, inoltre, è provvisto di un riscaldatore termostatato, che consentirà una misura in real time dell’equivalente in acqua liquida delle precipitazioni nevose.

Le misure pluviometriche effettuate presso l’Osservatorio meteorologico di Montevergine saranno, dunque, ancor più precise e robuste. A partire da oggi, infatti, saranno ben tre i pluviometri operativi, quello “storico” della centralina meteorologica automatica (operativa dal 2008), quello installato stamane ed il sensore disdrometrico.
L’integrazione ed il confronto tra le misure acquisite da questo network di sensori offriranno nuovi spunti per attività di ricerca scientifica. Ringraziamo, a questo proposito, il Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” per l’imprescindibile supporto.


Chiude la stazione operativa presso il rifugio Toppo del Monaco

Molti di voi si saranno accorti dell’assenza, che si protrae oramai da alcune settimane, di aggiornamenti sulle condizioni atmosferiche in atto presso il Rifugio Toppo del Monaco (sito nel comune di Pietrastornina, in località Marensossa, alla quota di 1140 m slm).

In virtù dell’assenza di energia elettrica, indispensabile per alimentare il sistema di trasmissione ed archiviazione dei dati meteorologici, e di mancate garanzie future sulla fornitura della stessa, procederemo, nelle prossime settimane, alla dismissione della centralina.

Ringraziamo sin da ora l’Associazione Irpinia Trekking ed il comune di Pietrastornina per l’ospitalità ed il supporto fornitoci. Riteniamo che la stazione di Toppo del Monaco, nonostante il breve tempo di vita, abbia contribuito ad arricchire le conoscenze sulla meteorologia del Partenio, molto variabile ed eterogenea a seconda dei versanti e della loro esposizione. Siamo convinti, altresì, che questa stazione, provvista anche di una telecamera ad alta risoluzione, abbia contribuito, anche se in piccola parte, a promuovere le bellezze paesaggistiche di un angolo del Partenio probabilmente sconosciuto ai più, nonché le strutture ricettive ivi presenti.

Così come accade per tutte le nostre attività, non abbiamo lesinato sforzi e sacrifici personali per l’installazione e la manutenzione di questa stazione. Probabilmente, questi stessi sacrifici non sono stati adeguatamente ripagati, in virtù di un modo di ragionare e di operare che spesso penalizza chi opera per la sola passione per la scienza e per la montagna.

Possiamo, però, già anticiparvi che siamo pronti ad intraprendere nuove sfide ed iniziative, di cui Vi terremo costantemente aggiornati.

25/12/2017: una nuova installazione targata “MVOBSV”

25/12/2017: una nuova installazione targata MVOBSV!!!

Cari appassionati e followers dell’osservatorio di Montevergine, siamo lieti di comunicarvi che nella giornata di ieri abbiamo perfezionato l’installazione di una nuova stazione meteorologica nel parco Regionale del Partenio. La centralina (una Davis Vantage Pro2) è operativa presso il rifugio “Toppo del Monaco”, sito in località Marensossa nel comune di Pietrastornina alla quota di 1140 m slm. I dati rilevati da questa stazione consentiranno di monitorare le condizioni atmosferiche dei versanti nord-orientali dei Monti d’Avella, integrandosi perfettamente con le misure acquisite sul massiccio di Montevergine.

La centralina meteorologica è stata affiancata da una telecamera ad alta risoluzione, che offrirà la possibilità di osservare, in real time, i fenomeni atmosferici in atto.

L’installazione presso il rifugio “Toppo del Monaco” è stata finanziata e curata dall’Associazione “MVOBSV – MountVergine Observatory”, grazie al sacrificio di persone appassionate di montagna e di meteorologia. Ringraziamo di cuore il comune di Pietrastornina per aver approvato il nostro progetto e l’Associazione IRPINIA TREKKING per il supporto logistico e per la preziosa collaborazione.

Di seguito, i link per visualizzare dati e immagini in tempo reale, con aggiornamenti ogni 10 minuti:

http://www.mvobsv.org/?page_id=12289

http://www.mvobsv.org/?page_id=12287

Nelle prossime settimane, la stazione sarà integrata con un nuovo sensore, unico nel suo genere sul territorio della Regione Campania. Per il momento non vogliamo svelare ulteriori dettagli, per cui….continuate a seguire i nostri aggiornamenti!!

Nuovo anemometro Nanhua riscaldato grafici on line

I grafici e i dati on line del nuovo anemometro Nanhua installato da qualche mese sul traliccio più alto della nostra postazione sul monte Tavola saranno resi disponibili sul sito nelle prossime ore. Ciò consentirà un ulteriore monitoraggio del vento in quota anche in condizioni di gelo spesso presenti a alla quota di 1500 mt. dove il sensore è ubicato. Frutto di un lavoro che ha interessato tutti gli operatori della nostra associazione MVOBSV che con sacrificio e pazienza mandano avanti il progetto di monitoraggio meteo del Partenio.

The graphs and online data of the new nanhua anemometer installed for a few months on the tallest trunk of our post at Mount Tavola will be available on site in the next few hours. This will allow for further wind monitoring at altitudes even in freezing conditions often present at 1500 mt. where the sensor is located.

26/08/2017: installata una nuova webcam sulle vette del Partenio!

Siamo lieti di comunicarvi che questa mattina abbiamo perfezionato l’installazione di una nuova webcam ad alta risoluzione sulle vette del Partenio, alla quota di 1520 m slm.

La webcam è rivolta verso settentrione e riprende in piano il monte Vallatrone (1523 m slm); alla destra del massiccio che sovrasta il comune di Summonte, sono visibili i paesi di Altavilla Irpina, Torrioni, Montefusco e Grottolella.
Nelle giornate limpide, alle spalle del Vallatrone, sulla sinistra, saranno visibili una parte del beneventano (zona di Foglianise-Torrecuso) ed i settori più orientali del comprensorio del Matese.

Le immagini della webcam sono per il momento consultabili tramite il seguente link: http://www.campanialive.it/webcam.asp…
Entro qualche giorno le stesse potranno essere visualizzate, con aggiornamenti ogni 5 minuti, anche sul nostro portale www.mvobsv.org

Ringraziamo ancora una volta di cuore la ditta SMAE di Firenze, che ci ha offerto la possibilità di installare ben sei webcam sulle vette del Partenio.

Continuate a seguire i nostri aggiornamenti!