Luglio 2019: più caldo e più piovoso del normale

Grazie per aver visitato il sito ufficiale dello storico osservatorio di Montevergine. Devi sapere che questo osservatorio viene salvaguardato dall'abbandono e dal degrado grazie all'azione e all'opera di un gruppo di giovani appassionati della meteorologia e del territorio del comprensorio del monte Partenio. L'osservatorio ha una lunga serie storica risalente al lontano 1884. Grazie alla tua eventuale donazione potrai contribuire concretamente al mantenimento e al miglioramento dell'osservatorio stesso. Senza il vostro aiuto questo importante pezzo di storia scientifica italiana verrebbe inesorabilmente perduto. Grazie per il tuo contributo e torna a visitare il sito ufficiale www.mvobsv.org .

L’analisi dei dati misurati nel mese di Luglio dalla centralina meteorologica operativa presso l’Osservatorio di Montevergine ha messo in luce anomalie positive sia sotto l’aspetto pluviometrico sia sotto il profilo termico. In particolare, la temperatura media rilevata, pari a +18.9°C, è risultata di 0.9°C superiore a quella mediamente osservata nel trentennio 1981-2010. Come si evince dal primo dei tre grafici riportati di seguito, l’anomalia appena evidenziata dà ulteriore continuità al trend dell’ultimo lustro, in cui si sono susseguiti mesi di luglio caratterizzati da temperature superiori alla media. Particolarmente anomala è stata la prima decade, in cui è stata registrata una temperatura media pari a +21.0°C, frutto di una serie di giornate particolarmente calde: la temperatura massima assoluta è stata registrata il giorno 3, quando il termometro si è spinto sino a 25.8°C (vedi terzo grafico). La seconda decade, invece, si è distinta per una maggiore dinamicità atmosferica: l’arrivo di aria più fresca, infatti, ha determinato un significativo calo delle temperature (minima assoluta +10.1°C, il giorno 16). Il caldo è tornato a farla da padrone nella terza decade, che ha chiuso con una temperatura media di 19.6°C.

In controtendenza con quanto avvenuto negli ultimi 4 anni, Luglio 2019 è stato caratterizzato da apporti meteorici superiori alla media. Il computo mensile totale, pari a 106.9 mm è stato infatti ben più consistente (+145%) di quello mediamente rilevato nel trentennio 1981-2010. A contribuire in maniera pressochè decisiva alla magnitudine dell’anomalia è stata la perturbazione transitata il giorno 28/07, che ha assunto caratteristiche più autunnali che estive. Presso la specola benedettina, infatti, sono caduti ben 59.2 mm, frutto di intensi rovesci a carattere temporalesco: da segnalare, nel corso della mattinata, un picco di rain rate pari a 430 mm/h.

I commenti sono chiusi.